Stay Human: ragioni e scelte per restare umani

EssereUmani non basta,
è necessario restare umani in modo consapevole

Presentati, descriviti in quattro parole
Sono nata e vivo a Torino, sono curiosa del mondo e amante del cioccolato.
Dove svolgi il tuo servizio EU? E cosa fai?
Per Essere Umani svolgo il mio servizio presso l’Istituto Penale per Minorenni Ferrante Aporti di Torino nel progetto attivo in lavanderia; e opero presso la Scuola Marconi di Torino nel progetto di sostegno educativo-scolastico.
 
Come vedi la de-umanizzazione nell’ambito in cui lavori / operi? E come ritieni di poter dare il tuo personale e concreto contributo nell’invertire la rotta?
Agisco sperando di poter dare il mio minuscolo contributo! Percepisco che i rapporti umani si fanno più rarefatti nella forma e nella sostanza, sia con i ragazzi che con gli adulti. Con la mia presenza e la mia apertura verso l’altro cerco di controbilanciare questa tendenza e spero, se non di cambiare qualcosa, di seminare nella mente di qualcuno l’idea che può esserci un altro modo di entrare in rapporto con gli altri.
 
Lascia un messaggio di speranza ad un ipotetico ragazzino che si affacci nella situazione in cui tu ti trovi ad operare – o al tuo ‘bambino interiore’ !
Guardati intorno, non sei solo. Siamo persone che vivono momenti belli e momenti brutti, e ognuno di noi possiede la forza di superarli. E se ti sembra di non farcela, tendi la mano verso chi ti sta vicino.